Avvocati in via di impoverimento? Piano con le generalizzazioni, i dati dicono altro. Il VII Rapporto Censis sull’avvocatura ha smentito l’immagine di una professione in crisi permanente e permette di farsi un quadro più chiaro della situazione attuale. Sul piano economico nel rapporto si segnala infatti la crescita del reddito ai fini Irpef dei professionisti, che nel 2021 ha sfiorato complessivamente i 9,5 miliardi di euro, con un incremento del 10,7% rispetto all’anno precedente (dopo che nel 2020 si era registrata una riduzione del 4,1%). Il reddito medio annuo individuale aumenta del 12,2% (-6,0% nel 2020) e si attesta su un valore di 42.386 euro, il risultato migliore dal 2012. Una buona performance si evidenzia anche per i redditi medi annui dei professionisti più giovani (dal 14% al 16% in più tra i 30 e i 44 anni), delle donne (con un +13,2% contro il +11,5% dei colleghi uomini), dei residenti nelle Regioni centrali e meridionali (+12,5% e +12,1%) rispetto alle regioni settentrionali (+11,2%). La quota di avvocati che afferma che la propria condizione lavorativa è migliorata nel corso del 2022 è pari al 16,2% (era il 14,2% lo scorso anno). E per il 23,7% la propria condizione migliorerà anche nel 2024!


Lo studio Legale Rienzi si occupa da quasi 50 anni di diritto. Le conoscenze e l’esperienza maturata nel corso degli anni ne fanno una delle boutique Law Firm più prestigiose del Paese. In caso ci sia necessità di una consulenza, è possibile contattarci direttamente sul web oppure tramite il numero 0637353066.